PER OFFRIRTI IL MIGLIOR SERVIZIO POSSIBILE IN QUESTO SITO UTILIZZIAMO I COOKIES

  • Umbria13
  • Il Mercato
  • Composizionedolci
  • Composizione1
  • Umbria10
  • Umbria9
  • Umbria12
  • Umbria3
  • Slide Sport2
  • Umbria11
  • Composizione-2
  • Umbria8

Pratiche varie

Chiedere un codice fiscale
Se vuole comprare una casa in Italia ha bisogno d’un codice fiscale. Se non ha la cittadinanza Italiana potrebbe chiedere un codice fiscale al consolato nel suo paese. Altrimenti potremmo farlo per Lei, avremmo solo bisogno di alcuni documenti firmati da Lei. 

Aprire un conto corrente
Se non ha un conto corrente in Italia sarebbe utile aprirne uno prima di firmare una proposta perché dovrebbe consegnare un assegno per la caparra e l’assegno dovrebbe essere collegato ad un conto italiano. Potremmo aiutarla con le procedure.

Tasse sulla proprietà ed Imposta di registro
Chi possiede una proprietà in Italia paga annualmente una tassa che si chiama IMU. La tassa varia da comune a comune dallo 0,5% alle 0,8% del valore catastale. La tassa per lo smaltimento dei rifiuti deve essere pagata al comune. 

Se oggetto dell’acquisto è la prima casa ed il venditore è un privato, l’atto di compravendita è soggetto ad un’imposta di registro del 2% del valore catastale dell’immobile. L’acquirente si obbliga a trasferirvi la residenza entro 18 mesi dalla data del rogito notarile. 

Se oggetto dell’acquisto è la seconda casa ed il venditore è un privato, l’atto di compravendita è soggetto ad un’imposta di registro del 9% del valore catastale dell’immobile. 

Le superfici dei terreni che eccedono i 5000 metri quadrati e non possono essere considerate corte pertinenziale del fabbricato acquistato, nonché i terreni agricoli, sono tassati al 18% del valore dichiarato in atto. La tassa sui terreni agricoli viene ridotta dal 18% all’11% in caso il fabbricato venga acquistato come prima casa e l’acquirente svolgerà attività agricola a titolo principale.